Da Napoli a Torino con passione

Dic 14 • Scelti per voi • 2331 Views • Nessun commento su Da Napoli a Torino con passione

Da Gennaro Esposito si serve solo la pizza buona  della tradizione, con attenzione a ingredienti e cottura

 

La vera pizza napoletana si può mangiare anche a Torino. Il trucco è solo uno, cioè cercare un nome (e un cognome) che sono una garanzia: Gennaro Esposito. Appena si entra nel suo locale, già si respira l’atmosfera della costiera, quella di Spaccanapoli e del Lungomare Caracciolo, i luoghi migliori al mondo dove poter assaggiare una pizza speciale. Gennaro Esposito – nome d’arte di Walter Picariello – è riuscito a far rivivere quell’esperienza anche in centro a Torino, grazie a regole ferree su lievitazione e scelta degli ingredienti e sul segreto (che non svela) dell’impasto. La sua pizza è napoletana “vera” e da ventidue anni si può gustare in Via Passalacqua, nella storica sede, la prima. Poi, ci sono state tante aperture in giro per l’Italia (a Orbassano, Rivoli, Bra, ad esempio) fino a quella, importantissima, dell’anno scorso a Milano. Lì i locali sono seguiti dal figlio Fabrizio. Invece a Torino, Walter gestisce la pizzeria insieme alla moglie Lia e ali altri due figli, Guido e Martina. Non solo Italia, però: Gennaro Esposito si occupa anche di consulenze in giro per il mondo. Racconta delle isole Cayman e della Cina, ad esempio. E poi spiega l’importanza dell’associazione Verace Pizza Napoletana, di cui è fiduciario per il Piemonte: “Per servire la pizza napoletana vera bisogna capire l’importanza degli ingredienti: quelli che uso io arrivano ogni settimana dalla Campania. Compresi i dolci, che sono di Sal De Riso”; il famoso pasticcere di Amalfi ormai simbolo dei dolci di qualità della sua terra. La pizza napoletana, poi, deve avere un buon bordo, “che deve crescere naturalmente”, e non essere troppo sottile. Queste regole sono la base, poi ci vogliono la manualità, l’estro, la capacità e la costanza. “La pizza è nata dove il sole produce il grano migliore – aggiunge – l’impasto deve lievitare dalle ventiquattro alle quarantotto ore, poi sono importanti la scelta del pomodoro più gustoso per la salsa, la mozzarella deve essere fresca e lavorata secondo la sapienza campana e infine l’olio, fruttato e robusto, deve essere quello giusto per esaltare il profumo degli ingredienti”. Qualità e ingredienti di stagione, sempre. “La mia prima pizza l’ho impastata a Vomero – racconta – e in alcune delle pizzerie più antiche della città, che hanno cento anni di storia alle spalle. Sono qui in Piemonte dal 1975 e da sempre ho proposto la mia pizza, quella che si fa a Napoli. All’inizio non tutti la conoscevano” poi, pian piano, la fama è aumentata e i clienti hanno cominciato a cercarla. La cultura della pizza si è evoluta anche a Torino. Dopo pochi mesi, Gennaro Esposito ha vissuto un boom, il successo è stato possibile grazie al passaparola e ai primi articoli sui giornali, in cui è stato anche segnalato tra le migliori pizzerie e come migliore del Piemonte. “Era il 1996, c’era la coda che arrivava fin sotto ai portici” ricorda. Gennaro Esposito stupisce per un menù vario. Molti qui chiedono la pizza Margherita, lui la consiglia per iniziare: “Se non si conosce la verace pizza napoletana, è giusto iniziare da lì. E consiglio di mangiarla sempre in giro per rendersi conto se la pizza è fatta bene, se è buona veramente”. Poi, in Via Passalacqua, si può spaziare: c’è, ad esempio, la pizza Santanastasia con pomodoro, mozzarella di bufala, basilico, olio, parmigiano, pomodorini. Poi la salsiccia e friarielli, tra le più richieste, quella Amalfitana con scamorza e radicchio. Infine, quella “della casa”, la Gennaro Esposito, con i frutti di mare freschi. E ogni giorno ci sono le specialità, in base alla stagionalità. Sono tutte preparate ovviamente sul momento e cotte in modo esemplare. “Il forno è l’anima del locale – spiegano – costruito secondo l’antica tradizione napoletana”. Preparano l’impasto a mano. Sono aperti sempre, tranne domenica e sabato a pranzo.

Torino

Via Passalacqua 1/C

Tel. +39 011 535905

www.gennaroesposito.eu

 

« »