Cuore bavarese a Bolzano

Giu 9 • Scelti per voi • 2395 Views • Nessun commento su Cuore bavarese a Bolzano

Paulaner Stuben, un viaggio gastronomico  fra Germania e Mediterraneo

Difficile che un bolzanino non si sia fermato almeno una volta a mangiare alla Paulaner. La posizione, i piatti, l’ambiente rimangono impressi e se ci si va una volta, poi si ritorna. Se poi sei un turista, il locale che occupa la storica residenza “Troilo” diventa una bella sorpresa gastronomica. La Paulaner Stuben vede la luce alla fine del 2004, ma entra in piena attività nell’autunno dell’anno successivo. Il titolare, Christian Zanella, arriva da una esperienza pluridecennale nel settore, con una gelateria che sorge nella zona stazione, che dà soddisfazioni visto che, ancora oggi, vive per l’80% di clienti abituali. Quando è stata però intravista la possibilità di dedicarsi anche a un altro ramo della ristorazione in una zona più centrale di Bolzano, non ci ha pensato due volte. La Casa “Troilo” risale al XIII secolo, è una delle dimore più antiche della città e si può raggiungere passando sia dalla via dello shopping – Via Portici – sia da Via Argentieri. Siamo in centro, ma allo stesso tempo un po’ appartati, in una parte del capoluogo altoatesino che di anno in anno è andata incontro a una forte riqualificazione. E la presenza stessa della Paulaner ha contribuito non poco a rilanciare queste vie. La forza del locale sta innanzitutto nel nome, visto che si tratta del primo ristorante a sud del Brennero che può sfoggiare il conosciutissimo marchio del celebre Birrificio di Monaco di Baviera. Altro punto a favore, gli spazi a disposizione, dal momento che si può contare su tre ampie sale che riescono a offrire 150 posti a sedere, trasformando il ristorante in uno dei più capienti della città. Anche perché, nei mesi più caldi, viene allestito anche un giardino esterno – simile ai classici Biergarten bavaresi – che aggiunge altri 70 posti a sedere. Il ristorante è aperto praticamente sempre, visto che il proprietario ha scelto di venire incontro alle abitudini dei turisti che sono varie e variegate e quindi le serrande sono alzate sei giorni su sette, dodici ore di fila dalle 11 di mattina alle 23. Questo perché una buona fetta della clientela arriva dalle terre germaniche, dove c’è l’abitudine di cenare molto presto, anche alle 18. “Non possiamo dare un toast a chi ci chiede di mangiare” commenta Zanella e così è stato deciso di mettere mano al personale, assumere un cuoco in più e garantire una copertura completa. Anzi, nel computo generale all’interno dell’azienda si dà lavoro a circa venti persone. Ma, ovviamente, il punto di forza principale è la gastronomia. Se siete di coloro che spulciano Tripadvisor affidandovi alle esperienze altrui, basti sapere che la Paulaner è al dodicesimo posto su 315 ristoranti del capoluogo altoatesino. Ma al di là dei numeri e delle recensioni, è il menu a parlare eloquentemente. Fra i più richiesti ci sono i piatti unici nei quali c’è ogni ben di Dio. Su tutti, il Piatto Oktoberfest, una padella che ospita al suo interno gulasch di manzo, salsiccia, crauti, patate saltate e un canederlo allo speck. Oppure la Padella Paulaner, una grigliata mista con contorni servita in padelle di rame, una scelta questa non solo estetica, ma anche funzionale, visto che il rame sa trattenere ottimamente il calore, mantenendo le pietanze calde. Ed essendo piatti dalle ragguardevoli dimensioni si rischierebbe di arrivare in fondo con la carne fredda. In questo modo ci si può prendere tutto il tempo necessario per affrontare un’impresa culinaria tutt’altro che scontata. Per il resto, non mancano i piatti tipici della tradizione bavarese, dai wuerstel agli Schlutzkrapfen, ravioli tirolesi con ripieno di ricotta e spinaci, passando per i classici Spinatspätzli, conditi con panna e speck. E per chi invece non vuole rinunciare alla più classica cucina mediterranea, ecco che si apre un mondo di pasta, verdure, pesce, senza dimenticare le pizze. “Puntare molto sulla pizza – conferma Christian Zanella – è stata una scelta vincente. Abbiamo le classiche pizze rotonde, ma anche quella metro, servita sui classici taglieri”. Insomma, un clima bavarese, nel cuore della città che è la porta italiana verso l’Europa con una strizzata d’occhio al Mediterraneo. Paulaner, è anche questo.

Paulaner Stuben

Bolzano – Via Argentieri 16 – Tel. +39 0471 980407 – www.paulanerstuben.com

« »